Scritto da: Luigi Gagliardi - Categorie: accompagnamento / country / tecnica

Chitarra country: tre ritmiche di base

Apprendiamo i fondamenti della ritmica country per chitarra con la tecnica flatpicking. Tre semplici esempi da studiare e applicare a contesti armonici tipici del country.


Introduzione

In questa lezione prenderemo visione e praticheremo alcune ritmiche di base della chitarra country utilizzando la tecnica del flatpicking, in pratica utilizzando il plettro anziché le dita. Comunque alla fine dell’articolo suggeriremo anche una possibile esecuzione alternativa con le dita per chi la preferisse per motivi tecnici o di sonorità.
Non è questa la sede per tracciare una storia della chitarra country comunque citiamo volentieri la Carter family. Questa famiglia di musicisti con  i suoi suoi vari membri succedutisi in almeno tre generazioni ha influenzato la musica e la chitarra country dall’origine ai suoi sviluppi successivi fino ai tempi nostri. Oggi possiamo ascoltare bravissimi artisti come Molly Tuttle che hanno fatto tesoro della tradizione modernizzando e personalizzando lo stile country.


Chitarra country: le 3 ritmiche di base

Introduco l’argomento con quelle che a mio parere sono 3 ritmiche tipiche per iniziare ad impostare lo studio della chitarra country.

Il primo esempio prevede pennate in giù su ciascuno dei 4/4 della battuta. Sul primo e sul terzo movimento si suonano i bassi dell’accordo mentre sul secondo e quarto si suonano di solito le prime tre o quattro corde. Cercate di far sentire bene la linea del basso come se si trattasse di un’altra chitarra.

La ritmica dell'esempio 1 sta alla base di tutte le variazioni che verranno descritte successivamente.

Esempio 1

L’esempio 1 è sull’accordo di Do maggiore. In questo caso i bassi alternati sono la tonica e la terza dell’accordo come vedremo anche nell’esempio 4. In altri casi si alternano la tonica e la quinta come nel caso dell’esempio 5. Tonica, terza e quinta, cioè le note che compongo la triade maggiore o minore, sono le note più utilizzate per le linee di basso della musica country nelle sue forme più semplici sia che vengano eseguite da un contrabbasso, o da un basso elettrico, sia che si suonino sulla chitarra. Ci sono ovviamente eccezioni a questa consuetudine ma per adesso è più che sufficiente partire da qui.

ritmica country 1 base

Esempio 2

Nell'esempio 2 si raddoppia la pennata, alternandola, sulle prime corde. Johnny Cash utilizza ritmica come o simile a questa in Folsom Prison Blues. Potete notare che la pennata in su prende due corde anziché tre. Questo è dovuto semplicemente al fatto che è quasi fisiologico che la pennata in su attraversi meno corde di quella in giù e quindi è ormai ricorrente questo tipo di scrittura. Non siate comunque fiscali nel numero di corde da prendere. A volte la pennata in giù potrebbe prenderne quattro e quella in su tre. L’importante è che le note suonate appartengano all’accordo in questione; per questo è importante mantenere la diteggiatura completa della mano sinistra anche se in alcuni casi non tutte le note sono indicate nello spartito. Per i bassi è invece importante prenderli ben distinti e definiti.

ritmica country 2 base

Esempio 3

La ritmica dell'esempio 3 è quasi identica alla precedente fatta eccezione per il fatto che è stato inserito un hammer on sul terzo movimento della battuta. Questa è una tecnica molto tipica e caratteristica della ritmica per chitarra country. In questo caso il Re della quarta corda a vuoto si lega al Mi del secondo tasto della quarta corda. Il dito medio come un martello fa suonare la nota del secondo tasto senza che intervenga la mano destra come si fa normalmente.

ritmica country 3 base

Chitarra country: le tre ritmiche di base su altri accordi

Nel prossimo esempio le stesse 3 ritmiche vengono eseguite su un accordo di Fa realizzato con un piccolo barré sulle prime due corde.
Nel file audio le eseguo una dietro l’altra, anche per facilità di confronto, ripetendole ciascuna due volte.

ritmiche in Fa

Per finire ecco ancore le stesse ritmiche su un accordo di Sol7.

ritmiche in Sol7

Ritmica country sul I, IV e V grado

Gli esempi precedenti vengono eseguiti a 100 bpm per consentire anche ai principianti di potere seguire i file audio senza troppi problemi. Ovviamente se anche 100 risultasse troppo utilizzate pure un metronomo regolato al vostro livello. All’inizio inoltre, prima ancora di esercitarsi col metronomo, è bene imparare la sequenza dei movimenti fino ad una totale padronanza.

I prossimi esempi che assemblano le ritmiche già studiate ci forniscono degli accompagnamenti utilizzabili anche per brani veri e propri. Vengono eseguiti a 180 bpm che è una velocità più verosimilmente in linea con i tempi reali di molti brani country.

Mettiamo quindi insieme i tre accordi per creare un accompagnamento completo su tutti e tre i gradi. Come nel blues e in molti altri altri stili popolari gli accordi più utilizzati sono quelli del primo, quarto e quinto grado della scala. In questo caso utilizziamo quindi questi tre gradi in tonalità di Do maggiore.
Sfrutteremo la terza ritmica, quella con l’hammer on, che delle tre analizzate è sicuramente la più tipica. Non sarebbe male comunque realizzare lo stesso giro di accordi anche con le altre due ritmiche a maggior ragione se avete difficoltà tecniche.

ritmica su I, IV e V grado in Do

Bassi di collegamento armonico nella ritmica country

Non è inusuale trovare dei brevi movimenti del basso di solito di due o tre note per collegare gli accordi e dare più movimento all’accompagnamento. È proprio questa ricerca di variazioni nel basso che forse è tra i motivi delle origini della tecnica di chitarra country che esegue la melodia di un brano nelle corde basse e l’accompagnamento in quella alte. In questo era maestra Mother Maybelle Carter della Carter family. Questa modalità sicuramente più complessa di un semplice accompagnamento verrà trattata in una prossima lezione.

Ma torniamo ai nostri bassi di collegamento. Nell’esempio che segue colleghiamo i tre accordi del giro con frasi scalari ascendenti o discendenti di note appartenenti alla scala della tonalità, in questo caso Do maggiore. Alcune note appartengo all’accordo che attraversano altre no.
Si tratta comunque di note di passaggio che per la loro breve durata non entrano in conflitto con l’accordo.

ritmica con bassi collegamento in DO

Ritmica country: cambio di tonalità e utilizzo del capotasto mobile

Capite le ritmiche e le tecniche, è sempre importante essere in grado di trasportarle in altre tonalità con tutti gli aggiustamenti del caso.
Vi propongo quindi un trasporto degli ultimi due esempi appena visti realizzato in tonalità di La maggiore.
È importante fare pratica del trasporto per essere in grado di suonare e di conoscere diverse tonalità nel proprio strumento. Inoltre questo ci permette di essere pronti ad accompagnare un cantante in una tonalità diversa da quella che conosciamo.
Vi consiglio quindi di sforzarvi di trasportare tutto il materiale di questo articolo in altre tonalità tipiche come quelle di Sol, di Re e di Mi. Per altre tonalità meno in uso nella chitarra come quelle con l’accordo di primo grado con diesis o bemolle, per esempio Sib, Mib, Fa# ecc., si fa quasi sempre uso nella chitarra country del capotasto mobile. Col capotasto sistemato al primo tasto le tonalità di La e Re diventano rispettivamente Sib e Mib oppure quelle di Do e Sol diventano Reb e Lab. Col capotasto al secondo tasto la tonalità di Mi diventa Fa#. Se avete tempo e voglia di provare, vi accorgerete che utilizzando il capotasto mobile anche solo nei primi due tasti coprite già tutte le dodici tonalità possibili.

Ecco i due esempi in La maggiore con hammer on e con bassi di collegamento.

ritmica in LA
ritmica in LA con bassi di collegamento

Post scriptum

Per concludere, se lo preferite si possono suonare tutti gli esempi di questa lezione anche con le dita in alternativa al plettro. Proprio Mother Maybelle Carter utilizzava questo approccio e non era certo fuori stile visto che della country music ne è una delle prime e più importanti rappresentanti.

In pratica il pollice della mano destra suona i bassi mentre le dita indice, medio e anulare tenute unite suonano le prime tre o quattro corde con movimenti verso il basso e/o verso l’alto simulando la pennata alternata. Maybelle invece delle dita unite utilizzava solo il dito indice a volte con un fingerpick e comunque occasionalmente suonava anche con il plettro.

Che il country vi accompagni fino al prossimo incontro! 

fine
Luigi Gagliardi - 

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 4.86/5. Da 7 voti.
Attendi un secondo…

Supporta Guitar Prof

Clicca sul banner sottostante per partire con i tuoi acquisti su Amazon, a te non costerà niente ma darai un piccolo aiuto al blog a mantenere tutti i servizi gratuiti.

guitar prof Testa e Scritta

© 2022 - guitarprof.it - info@guitarprof.it