Scritto da: Daniele Vettori - Categorie: tutto il resto

Ear training: esercizi sugli intervalli in 5 step

Una routine di studio divisa in 5 step progressivi per allenare il vostro orecchio al riconoscimento degli intervalli. Questo metodo può essere utilizzato sia da neofiti che da musicisti esperti in materia di ear training, per consolidare le proprie abilità sul riconoscimento degli intervalli. 


Gli intervalli e gli esempi musicali

Esistono diverse tecniche nell’ambito dell’ear training per riconoscere i vari tipi di intervalli; in questo articolo farò riferimento al riconoscimento degli intervalli tramite esempi musicali. Questa tecnica si basa sull’associare ogni tipo di intervallo, sia esso ascendente o discendente, ad un esempio musicale; in altre parole ad un brano. Per far questo è necessario avere in testa almeno un esempio musicale per ogni intervallo.

Cliccando qui troverete un articolo dedicato a questo argomento, contenente una tabella con gli esempi musicali per ogni intervallo, ascendente e discendente. Gli esempi sono divisi per genere musicale (pop/rock, classica e jazz), per rispettare il background di ogni musicista e facilitare l’apprendimento; inoltre sono suonati sul pianoforte sempre partendo dalla nota DO. 


Prima di iniziare: come scegliere e memorizzare gli esempi musicali

La scelta e la successiva memorizzazione degli esempi musicali da associare ai vari intervalli, è cruciale per riuscire a svolgere correttamente gli esercizi sugli intervalli che vi sto per proporre. Scegliete sempre esempi musicali che voi conoscete molto bene! Possibilmente brani che avete suonato o cantato molte volte.

Per verificare se avete scelto correttamente e memorizzato un esempio musicale per ogni intervallo; vi propongo il seguente esercizio. 

  • Scrivete la vostra lista di esempi musicali, divisa per intervallo e tipologia di esecuzione; ascendente o discendente. Se volete prendete spunto dalla mia tabella.
  • Prendete un intervallo ascendente, ad esempio una seconda maggiore. Mettetevi al pianoforte e suonate, partendo da una nota qualsiasi, una seconda maggiore. Successivamente cantate l’esempio musicale associato all’intervallo di seconda maggiore, partendo dalle note che avete appena suonato. Ripetete l’esercizio partendo da un’altra nota; fatelo per almeno 4/5 volte, sempre con l’intervallo di seconda maggiore e sempre partendo da note diverse. Se riuscite a cantare l’esempio da voi scelto, indipendentemente dalle note di partenza; avete centrato l’obiettivo.
  • A questo punto dovete fare la stessa cosa per tutti gli intervalli ascendenti
  • Una volta terminati gli intervalli ascendenti, passate ai discendenti

Esercizi sugli intervalli: 5 step progressivi, con l’ausilio del portale teoria.com

Come avrete già capito, per fare questi esercizi è assolutamente necessario cantare correttamente ogni intervallo che sentite e solo dopo cercare di associarlo all’esempio musicale da voi scelto. Se necessario ascoltate l’intervallo più volte.

Per i seguenti esercizi sugli intervalli dovrete utilizzare il portale gratuito teoria.com. Seguite dunque questo percorso: Music Theory & Ear training Exercises - Ear Training - Intervals - Intervals from random note. Non conoscete teoria.com? Ecco un articolo dedicato.

Gli esercizi sono esclusivamente dedicati agli intervalli melodici, ciò non toglie che potete farli in un secondo momento anche per gli intervalli armonici.

Non procedete allo step successivo finché non avete raggiunto l’obiettivo minimo prefissato; se non ci riuscite ripetete lo step. Il mio consiglio è di esercitarsi per non più di 15 minuti al giorno.

Se siete esperti in materia di ear training sarete invece in grado di eseguire i 5 step giornalmente in circa 20 minuti, consolidando così le vostre abilità.

Step 1

Seconde maggiori e minori, terze maggiori e minori, ascendenti. Obiettivo minimo: 90% di risposte corrette. Tempo dell’esercizio: 3 minuti.

Esercizi Intervalli: Step 1
Obiettivo minimo prefissato

Step 2

Quarte giuste, quinte giuste, tritono; ascendenti. Obiettivo minimo: 90% di risposte corrette. Tempo dell’esercizio: 3 minuti.

Esercizi intervalli: Step 2

Step 3

Seste maggiori e minori, settime maggiori e minori, ottave; ascendenti. Obiettivo minimo: 90% di risposte corrette. Tempo dell’esercizio: 3 minuti.

Step 3

Step 4

Seconde maggiori e minori, terze maggiori e minori, quarte e quinte giuste, ottave. Obiettivo minimo: 80% di risposte corrette. Tempo dell’esercizio: 5 minuti.

Step 4

Step 5

Tutti gli intervalli; ascendenti. Obiettivo minimo: 80% di risposte corrette. Tempo dell’esercizio: 5 minuti.

Esercizi su tutti gli intervalli

Quando avete raggiunto gli obiettivi minimi per ogni step, ricominciate dal primo step e dedicatevi agli intervalli discendenti.

Buon lavoro.

fine

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 4.67/5. Da 3 voti.
Attendi un secondo…