Scritto da: Marco Melillo - Categorie: tecnica / trascrizioni

Hotel California: il solo più famoso degli Eagles

Studiamo il solo di Hotel California, uno dei più iconici di tutti i tempi. Un tutorial per imparare a suonarlo ed alcuni consigli per arricchire il proprio fraseggio durante l'improvvisazione.


Quante volte avrai guardato quelle classifiche, talvolta stravaganti, sugli assoli di chitarra più belli della storia del rock e puntualmente ti sei ritrovato Hotel California degli Eagles, una delle rock band più famose del mondo, a far capolino nella parte più alta dell'elenco?

Ebbene sì, messe da parte le preferenze personali, è innegabile che ci troviamo davanti ad un capolavoro senza tempo; dal testo, alla musica, fino ad arrivare all'assolo finale, dove tutto sembra essere al posto giusto: oserei dire che il brano è pressochè perfetto.

Quindi non potevo non insegnarti passo passo come suonare questo solo e farti sentire per qualche istante il Glenn Frey o il Joe Walsh della situazione.


Premessa

Studiare un assolo vuol dire in parole povere "copiare" l'esecuzione di un dato chitarrista cercando di ripetere il più fedelmente possibile la parte e quindi il suo modo di suonare. Entrano quindi in gioco tecnica, tocco, suono e una miriade di aspetti più celati ai non addetti ai lavori.

Se sei un chitarrista sai quante piccole sfumature possono migliorare oppure possono compromettere una bella esecuzione di un solo.

Spesso e volentieri si dice che non si è in giornata, non si è ispirati e viceversa. Questo è profondamente vero, infatti per suonare bene un solo, che sia tuo o di altri, devi in qualche modo sentire dentro di te ciascuna nota; devi avvertire quella sensazione, quell'emozione che solo te puoi provare e che molto probabilmente riuscirai a trasmettere anche a chi ti ascolta.

Hotel California degli Eagles, compreso l'assolo finale, è un esempio lampante di ciò che ti ho appena enunciato. L'interpretazione del cantato, il portamento delle frasi di chitarra, il groove di batteria risultano ispirati, vivi. Lo sono a tal punto da emozionarci ogni volta che ascoltiamo il pezzo, nonostante sia una registrazione.


Come approcciarsi allo studio di un assolo

Quello che vorrei trasmetterti è il mio personale punto di vista, il mio modus operandi che applico quando devo studiare un qualsiasi solo. Se poi parliamo di Hotel California quello che sto per dirti risulta ancora più azzeccato.

Ho scelto questo assolo perchè, oltre ad essere molto famoso, contiene al suo interno molti più aspetti di quanto possa sembrare, dunque possiamo imparare una miriade di piccole cose dallo studio di questo assolo.

Il consiglio più importante che posso darti è di non limitarti a copiare e ripetere, sarebbe molto riduttivo per la tua carriera da chitarrista.

Cerca di capire cosa provocano dentro di te quei vibrati, quei bending e quelle melodie così ben studiate. Fai un analisi del solo, della sua evoluzione, dei respiri tra le frasi: ti accorgerai che sembra un dialogo fatto di botta e risposta che creano un crescendo fino alla parte finale. A questo punto cerca di riprodurre il solo cercando di provare di nuovo le stesse emozioni, lasciati trasportare.

Ricorda che se ti emozioni, emozionerai chi ti ascolta!

Ma non fermarti qui, ti propongo un altro esercizio che magari vedremo insieme nello specifico in futuro.


Prendere spunto dal solo per arricchire il proprio fraseggio

Hai imparato l'assolo di Hotel California e sei soddisfatto della tua esecuzione? Bene, adesso prova ad improvvisare o a costruirne uno sulla stessa backing track cercando di imitare quello che hai imparato. Prova proprio tutto, le tecniche utlizzate, il modo di costruire melodie, le pause e addirituttura le emozioni che provavi quando suonavi l'originale.

Non preoccuparti se all'inizio questa cosa ti sembra impossibile: devi star dietro a troppe cose contemporaneamente e ti senti un po' spaesato e sopraffatto. E' perfettamente normale, come tutti gli altri aspetti dello strumento, anche l'improvvisazione richiede del tempo per essere padroneggiata. Continua a provarci perché, credimi, i benefici saranno notevoli!

Quello che ti ho chiesto di fare richiede che tu conosca l'assolo abbastanza bene da poterti concentrare sugli aspetti più profondi dell'interpretazione.

Spesso mi diverto a vedere l'esecuzione di tanti musicisti diversi e alle volte noto che questo aspetto viene meno. Quindi ricordati che una volta che hai imparato le note di un solo è da lì che inizia il lavoro vero!

Ma adesso imbraccia la chitarra e vediamo insieme questo solo!


Il Solo

Ecco la trascrizione completa del solo, sotto ogni estratto troverai prima l'esecuzione con base e poi la traccia isolata della chitarra.

Prima parte – Glenn Frey

hotel california, solo, Glenn Frey

Seconda parte – Joe Walsh

hotel california, solo, Joe Walsh

Terza parte – botta e risposta

Armonizzazione a due chitarre solo fig.1
Armonizzazione a due chitarre solo fig. 2

Quarta parte – armonizzazione a due chitarre

Armonizzazione finale fig.1
Armonizzazione finale fig.2

Il video tutorial

Ecco il video completo con esecuzione e tutorial che ho preparato per aiutarti ad eseguirlo al meglio.


Conclusioni

A questo punto direi che hai aggiunto un'arma molto efficacie al tuo repertorio.

Mi raccomando, di tanto in tanto rispolverala e prova a incorporare quel modo di suonare nel tuo stile, magari rivisitando il solo di Hotel California in chiave moderna.

Buono studio!

fine
Marco Melillo - 

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 4.75/5. Da 12 voti.
Attendi un secondo…

Supporta Guitar Prof

Clicca sul banner sottostante per partire con i tuoi acquisti su Amazon, a te non costerà niente ma darai un piccolo aiuto al blog a mantenere tutti i servizi gratuiti.

guitar prof Testa e Scritta

© 2022 - guitarprof.it - info@guitarprof.it