Scritto da: Lorenzo Galante - Categorie: accompagnamento / rock

Arrangiare le chitarre con Danko Jones

Non è facile comporre e arrangiare le chitarre, specialmente in ambito rock. La band rock deve avere un forte impatto ma anche rendere bene dal vivo soprattutto se il chitarrista è anche il cantante. In questo articolo vedremo come Arrangiare le chitarre con Danko Jones.


Premessa

Analizzare gli arrangiamenti degli artisti più famosi è sempre un buon punto di partenza. Ma a volte anche i meno famosi possono fornirci spunti.
In discografie spesso poco interessanti, può venir fuori qualche piccola perla. O quantomeno qualche idea da tenere in considerazione. E allora cominciamo ad arrangiare le chitarre con Danko Jones.


Pochi accordi e tanto ritmo

E allora partiamo alla scoperta di Danko Jones. Comunque per oggi niente spartiti. Solo schemi e griglie.
Questo artista ha una risonanza piuttosto limitata. Se navigate un po’ sul tubo e ascoltate le sue cose capirete il perché. Raramente i suoi brani, spesso poco originali, offrono spunti. Ma diversi anni fa tirò fuori il brano Sound of love.

Questo brano, dall’ inizio banale come molti altri suoi brani, sembra creare attesa per qualcosa che deve accadere.

Parte I: il riff iniziale, in Do# minore, si siede comodamente sulla pentatonica.

Parte S: quando il cantato inizia, Danko si limita a suonare due colpi sincopati dello stesso Do#5 che poi si spostano sul Si5.

Parte R: tutto si accende al minuto 0’:56’’ del video ufficiale. Un bel riff a singole note parte sul levare dell’ultimo quarto colpendo con violenza il Mi basso a vuoto. Questa parte chiude con un ribattuto su Mi e Fa#.

Parte S: ancora ripartono i due colpi sincopati, sempre in Do#5 sulla strofa con una piccola variante nel finale.

Parte R: torna, ripetuto due volte, il nostro riff.

Parte I1: il riff A si ripete ma in Si minore in crescendo per lanciare il successivo assolo. In verità chiamarlo assolo è eccessivo. Direi un tentativo maldestro di assolo.

Parte V: torniamo in Do# con pochi accordi e tanto spazio per ascoltare il raddoppio della batteria. Questa parte finisce con una piccola sospensione per poi riportarci al nostro riff.

Parte R: finalmente di ritorno per condurci fino alla fine.


Vediamo la struttura dell’arrangiamento

Riepilogando, ecco la nostra griglia:

I   , S    , S    , S    , R   , S   , S    , R    , R    ,  I1    , V (Solo), R    ,  R


La backing track per improvvisare e per arrangiare le chitarre con Danko Jones

Prendendo spunto dalle parti S e R, ho creato una base su cui improvvisare.

Noterete che ho invertito la sequenza: infatti ho messo prima il mio R e poi il mio S.

Per rendere, spero, più interessante questa backing track, ho creato un bridge che denomineremo X per non fare confusione. In questo bridge cambio modo. Passo infatti da C# Dorico a C# Eolio.

La griglia della backing track sarà:

R         ,    S         ,   S         ,   X        ,

Con l’occasione ho coinvolto, in un video registrato tempo fa, un paio di amici e colleghi. Tre stili diversi per farvi vedere un esempio di improvvisazione. Spero vi piaccia

Sempre per fornirvi qualche stimolo, la seconda metà della base è senza chitarre.
Provate ad arrangiare le chitarre in trio come se voi foste il chitarrista.

Queste basi spezzate saranno una delle caratteristiche delle backing track di accademia musicale online. La base viene ripetuta anche senza alcuna chitarra. Sarete voi a suonare e registrare tutte le tracce.
Concludo augurandovi, come di consueto, che la musica sia sempre con voi

Lorenzo Galante

www.accademiamusicaleonline.it

fine

Ti è piaciuto l'articolo?

Valutazione: 4.50/5. Da 4 voti.
Attendi un secondo…
Promo Lizard CollegeGrande promo in collaborazione con Lizard Accademie!

Quest’anno se sei amico di Guitar Prof avrai 200 euro di sconto sull’iscrizione alla Formula College e potrai usufruire di tanti altri vantaggi offerti in esclusiva da Guitar Prof.