fbpx
Scritto da: Lorenzo Galante - Categorie: accompagnamento / funk / in evidenza

Arrangiare le chitarre funky e le sovraincisioni (prima parte)

Quando dobbiamo arrangiare le chitarre e sovra incidere più chitarre in un arrangiamento, soprattutto in una ritmica funky, scegliere gli accenti e saper dominare il movimento del plettro è fondamentale.

Premessa

Come abbiamo visto negli articoli di chitarra ritmica Arrangiare Le Chitarre: Il Battere E Il Levare e Arrangiare Le Chitarre: La Ritmica Shuffle (Prima Parte) il movimento del plettro verso il basso e verso l’alto ci aiuta a tenere il timing durante l’esecuzione facendoci risparmiare anche tempo. In questo articolo vediamo insieme un esempio di come arrangiare le chitarre funky utilizzando le sovraincisioni.

Proviamo ad accelerare e/o raddoppiare i colpi passando da ottavi a sedicesimi ma mantenendo sempre il movimento alternato.

Musica d’insieme da soli

Questa contraddizione insita in questo sottotitolo, è in realtà un punto di partenza per risolvere, per proprio conto, arrangiamenti di chitarra che richiedono più sovraincisioni.

La tecnologia degli ultimi decenni ha reso abbordabili economicamente i software multitraccia e, in caso di necessità, le loop stations.

Questi strumenti ci consentono di sovra incidere più chitarre e cominciare a percepire il risultato finale. Noterete che non tutto funziona sempre; si deve scegliere non solo il cosa e il come ma anche il quando.

Per fare un esempio, se pur banale, se provate a sovraincidere più chitarre con gli accenti principali tutti in battere, noterete una ridondanza e una sorta di inutilità del la parte sovraincisa. Ma meglio di qualunque assioma enunciato a parole è sicuramente fare esperienza registrando chitarre su chitarre e cercando di far sì che ognuna di esse non disturbi l’altra.

Un esempio per esercitarsi

Nell’esempio che segue, del quale volutamente non ho voluto inserire lo spartito per lasciarvi liberi di creare ed arrangiare le chitarre, sono state registrate fondamentalmente quattro parti di chitarra mescolandole poi in varie combinazioni.

Giudicate voi quale risulti più o meno accattivante o, o meglio ancora, provate voi a registrarne altrettante. Troverete due file mp3, uno con le chitarre ed uno senza. Utilizzate quest’ultimo come backing track e sentite cosa viene fuori.


Una piccola precisazione: il file da utilizzare come backing track dura circa un minuto, ma sicuramente saprete come mettere in sincrono e duplicarlo per allungare la registrazione. Ah… Non lo sapete? Allora urge qualche articolo di Home Recording. 🙂

Dopo l’ascolto

Nelle chitarre strumming il plettro deve macinare sedicesimi come se non ci fosse un domani, ma attenzione: anche nella linea a note singole, quella con l’effetto papero per intendersi conviene mantenere il movimento alternato per il timing (PS: non è un papero: è un envelope filter. Vi assicuro che nessun papero è stato maltrattato durante le riprese audio :-)).

Allora 4, 3, 2, 1 … si registra! Seguite i prossimi articoli della serie Arrangiare Le Chitarre, intanto provate ad arrangiare le chitarre funky sulla backing track e…

Che la musica sia con voi!

fine