fbpx
Scritto da: Daniele Vettori - Categorie: jazz / styling / trascrizioni

Sonny Rollins: be-bop lines

Trascrizione, analisi e successiva manipolazione di due estratti presi dai seguenti soli: St. Thomas (Saxophone Colossus), The Way You Look Tonight (T. Monk And S. Rollins).


Sonny Rollins è indubbiamente uno dei più grandi improvvisatori della storia del jazz; personalmente è stato il sassofonista (tenorista) che ho trascritto maggiormente. La capacità di costruire i soli attraverso l’approccio tematico, la timbrica inconfondibile e il fraseggio be-bop articolato sono solo alcuni dei tratti fondamentali di questo musicista unico. In questo articolo tratteremo due dei soli più iconici di Rollins; in particolar modo il solo di St. Thomas è passato alla storia sia per la sua costruzione che per l’idea della cellula ritmico-melodica che sta dietro a tutta la prima parte del solo.


Primo estratto: misure 9-13 del solo di St. Thomas


Adesso una breve analisi del materiale melodico usato da Rollins; procediamo accordo per accordo.
A7:
Vengono utilizzate le estensioni dell’arpeggio di A7/9/11/b13, tratto dalla scala misolidia b13 di LA. L’arpeggio inizia dalla settima dell’accordo SOL e si estende fino alla tredicesima bemolle FA, nella seconda parte della misura si ha la target note MI sul battere del terzo movimento e successivamente un triplo approccio misto (detto anche “enclosure”) che ci porta verso la target note LA dell’accordo di Dm7 presente nella misura successiva.

Dm7:
In questo caso il fraseggio si muove interamente sulla scala dorica di RE e relativo arpeggio di Dm7, interessante la target note MI utilizzata sul battere del terzo movimento, cioè la nona rispetto all’accordo.

G7:
Analogamente a quanto accade su A7, anche qui il fraseggio è costituito dalle estensioni dall’arpeggio di G7/9/11/b13, tratto dalla scala misolidia b13 di SOL. In particolare si può facilmente notare che le due target note sul battere del primo e terzo movimento sono proprio tredicesima MI e tredicesima bemolle MIb. La misura si conclude con un doppio approccio cromatico che ci porta al SOL della misura successiva, cioè la quinta rispetto all’accordo di C6.


Manipolazione dell’estratto

Passiamo adesso alla manipolazione dell’estratto proposto; per motivi pratici relativi all’applicazione di questa frase, ho preso in considerazione solamente le misure relative alla progressione armonica II Dm7 I G7 I C6 II e ho inserito la frase in un contesto ritmico swing.


La manipolazione applicata in questo caso è di tipo ritmico: come si può facilmente notare ho cambiato la durata e il posizionamento ritmico di alcune target. Per fare questo ho inevitabilmente dovuto cambiare alcuni approcci: ho spostato di un ottavo in anticipo il doppio approccio cromatico alla target LA, ho utilizzato una terzina di ottavi sul battere del quarto movimento della seconda misura inserendo di fatto una contrazione ritmica. Il tutto è evidenziato in blu sullo spartito.

Adesso un secondo tipo di manipolazione:


Partendo dalla prima frase manipolata, ho applicato in questo caso una manipolazione di tipo melodico: ho sostituito tre delle target notes originali con altre tre target arbitrariamente scelte da me. Da notare che ho sempre e comunque utilizzato note dell’accordo. Anche in questo caso ho dovuto inserire nuovi approcci essendo le target differenti rispetto a quelle originali.


Secondo estratto: misure 1-5 del solo di The Way You Look Tonight


Anche qui procediamo analizzando accordo per accordo il materiale melodico utilizzato.

Fmaj7:
La misura è costruita integralmente sull’arpeggio di Fmaj7/9

Dm7:
Viene utilizzata la scala eolica di RE, in fondo alla misura è presente un doppio approccio misto diatonico/cromatico che ci porta alla target note SOL presente nella misura successiva.

Gm7:
La scala utilizzata è la scala dorica di SOL, sono presenti due note di volta cromatiche: FA# e DO#

C7:
Nei primi due movimenti della misura e sul battere del terzo movimento vengono utilizzate le estensioni dell’arpeggio di C7/9/11, tratto dalla scala misolidia di DO. Successivamente un singolo approccio cromatico ci porta alla target note LA presente nella misura successiva.

Fmaj7/Eb13:
Dopo l’arrivo della target note LA, sul battere del terzo movimento è presente un’altra target note relativa all’accordo di Eb13: MIb. 


Manipolazione dell’estratto

Per quanta riguarda la manipolazione del suddetto estratto, ho scelto una manipolazione di tipo melodico, agendo però unicamente sugli approcci e mantenendo inalterate le target notes ed il loro  posizionamento ritmico.


Una piccola precisazione: come si può facilmente notare ho utilizzato sia su Dm7 che su C7 (per andare alla target LA di Fmaj7) lo stesso tipo di approccio. Tale tecnica è particolarmente gradita a Rollins che la utilizza spesso anche su altri soli; questo tipo di approccio misto viene definito “enclosure” e può avere numerose variazioni. A tal proposito consiglio la lettura del metodo How To Play Be-Bop Vol.1 di David Baker.


Suggerimenti per lo studio

Adesso sta a voi: studiate le frasi originali e le successive manipolazioni prestando attenzione al timing e alla pronuncia, trasportatele lungo il manico e volendo spostatele di ottava, spostate la tonalità del contesto armonico ed infine cercate di applicare le frasi a brani contenenti gli stessi giri armonici.

Buon lavoro!

fine